LA LUCERTOLA GONZILLA

C’era, nel paese delle lucertole, una lucertola più grossa delle altre, molto prepotente. Quando vedeva una lucertola al sole, la grande lucertola, che si chiamava Gonzilla, le andava davanti e diceva: - Non rubarmi il sole, tu!

-Ma io non te lo rubo, Gonzilla! Di sole ce n’è per tutte!

-Storie! - Gonzilla gridava. – Il sole che prendi tu, non lo prendo io! Vattene subito, o ti mordo la coda!

Spaventate da ciò quando le lucertole vedevano arrivare il grosso e prepotente animale si spostavano subito per lasciargli spazio.

Tutte tranne una: la piccola Katy. Questa lucertolina era davvero piccola ma non si lasciva abbattere: anche se arrivava Gonzilla lei non si muoveva di un centimetro, perché pensava che non avrebbe mai morso la coda a nessuno. Un giorno, però, vedendo le sue amiche terrorizzate decise di farla finita, perché nessuna lucertola era meno importante rispetto ad un’altra.

Chiamò un suo vecchio amico: Crack il coccodrillo. – amico mio devi aiutarmi! La lucertola Gonzilla terrorizza sempre tutte le mie amiche! Le serve una bella lezione!

E fu così che il grosso coccodrillo, furente per la prepotenza dimostrata dall’animale si mise dietro di lui minacciandolo di mangiarlo in un boccone se non si fosse spostato dal “suo” sole!

Logicamente il vecchio e docile animale non lo avrebbe mai fatto ma, fu grazie a questa lezione, che Gonzilla, spaventato più che mai, non si permise mai più di dire nulla a nessuno anzi, ora, era lui che cercava sempre di non dare fastidio a nessuna lucertolina!

Morale della favola: nessuno, per quanto possa essere o sentirsi più grande o forte di qualcun altro lo è! Tutti devono rispettare tutti sia che siano più grandi o più piccoli!

Torna alla schermata home