Sara e la volpe

C’era una volta una bambina di nome Sara che viveva con il nonno in una bella casa in mezzo alle montagne. Sara era molto vivace e amava andare a fare lunghe passeggiate nel bosco alla ricerca di funghi da portare al nonno. Un giorno, mentre faceva una di quelle sue lunghe passeggiate, sentì uno strano rumore provenire da dietro di lei. Spaventata, si voltò per cercare di capire che cosa era stato ma non vide niente. Dopo poco tempo sentì ancora quel rumore insolito e si voltò un’altra volta. Questa volta riuscì a vedere chi era stato: era una piccola volpe che la stava seguendo. Sara decise di provare ad avvicinarsi a lei, ma questa scappò impaurita. Allora Sara la seguì fino a dentro una grotta, dove finalmente la volpe si fermò. Sara le offrì un fungo che aveva nel cestino e finalmente riuscì ad avvicinarsi alla volpe. Quando le si avvicinò, scoprì che era ferita, quindi la prese in braccio e la portò a casa del nonno. Il nonno, nel vederla, disse a Sara di disinfettarle la ferita e intanto chiamò un suo amico veterinario. Quando arrivò, questo veterinario bendò la ferita della volpe e disse al nonno di Sara che doveva tenerla in casa per qualche giorno, finchè la ferita non fosse guarita del tutto. In quei giorni Sara fece amicizia con la volpe, e, anche quando la liberarono nei boschi, continuò a giocare con lei ogni volta che faceva una delle sue lunghe passeggiate.

Torna alla schermata home